Un mese: tanto è bastato a stroncare la vita di Gianluca Pellegrino, 34 anni, originario di Maddaloni, nella provincia di Caserta, deceduto in un ospedale di Napoli a causa di un batterio killer al cuore contratto, da quanto si apprende, a causa di una influenza mal curata. Qualche settimana fa, Gianluca era stato anche operato al cuore: i medici avevano sperato che l'intervento potesse essere d'aiuto, ma purtroppo non è servito a salvargli la vita. Sposato con una ragazza partenopea, Gianluca Pellegrino si era trasferito nel capoluogo campano, dove gestiva un tabacchino: lascia due figli piccoli.

Grande appassionato di calcio e del Napoli in particolare, la morte di Gianluca Pellegrino ha sconvolto la comunità di Maddaloni, la cittadina del Casertano nella quale è cresciuto. Tantissimi i messaggi che gli amici hanno tributato al 34enne e alla famiglia. Tanti i messaggi anche dei clienti del suo tabacchino, con i quali amava intrattenersi e parlare di calcio, del Napoli, che lo ricordano soprattutto per il suo sorriso.