Non ce l'ha fatta Fabio Milite, il 22enne di Nocera Superiore rimasto gravemente ferito in un incidente stradale avvenuto lo scorso sabato 16 marzo a Roccapiemonte, in provincia di Salerno. Il suo cuore ha smesso di battere ieri pomeriggio, 22 marzo, dopo 6 giorni in cui i medici hanno fatto il possibile per salvarlo malgrado fosse arrivato in ospedale in condizioni disperate.

Il ragazzo, questa la ricostruzione dell'incidente, era in sella al suo scooter su via della Libertà quando ha perso il controllo del veicolo. Forse non si è reso conto in tempo che l'auto che lo precedeva stava per svoltare e non è riuscito a sterzare. La motocicletta ha perso aderenza ed è rovinata al suolo, il 22enne è stato sbalzato contro alcune automobili parcheggiate; nell'impatto ha sbattuto violentemente la testa contro una vettura ha perso molto sangue. La ricostruzione della dinamica è affidata ai carabinieri della stazione locale, che sono al lavoro per chiarire in motivi e le responsabilità dell'incidente; al vaglio degli investigatori la possibilità che le fasi dell'incidente siano state riprese da qualche telecamera di sorveglianza installata lungo la strada.

Soccorso subito dopo, Fabio Milite era subito apparso in condizioni gravissime. Era stato accompagnato all'ospedale Umberto I di Nocera Inferiore, dove i medici ne avevano immediatamente disposto il ricovero. I familiari avevano lanciato diversi appelli alla cittadinanza, anche attraverso i social, chiedendo di donare il sangue per aiutarlo. Il ragazzo è rimasto nel reparto di Rianimazione tra la vita e la morte fino a ieri, quando non c'è stato più nulla da fare.