Dopo diversi mesi dall'inizio delle procedure di selezione, dal Mibac arrivano finalmente le nomine per i direttori dei musei statali. In Campania, al Parco archeologico dei Campi Flegrei, arriva dunque la nomina dell'archeologo Fabio Pagano al vertice della prestigiosa istituzione in provincia di Napoli. Pagano, che ha partecipato alla selezione pubblica, è stato indicato nel nuovo ruolo dal Direttore generale Musei Antonio Lampis.

Fabio Pagano, nato nel 197, è laureato in lettere classiche, con una specializzazione in Archeologia. Nel 1999 ha ottenuto il perfezionamento in Didattica museale e generale, mentre nel 2005 il dottorato di ricerca in Archeologia e antichità post classiche. Nel suo curriculum vitae si nota il ruolo che ha avuto come funzionario archeologo per la Soprintendenza per i beni archeologici del Friuli Venezia Giulia e direttore del Museo archeologico nazionale di Cividale del Friuli, incarico che ha ricoperto dal 2013 al 2015.

Dallo scorso anno dirige il Museo archeologico nazionale e Teatro Romano di Spoleto e l'Area archeologica di Carsulae. Dal 2018, invece, è docente presso l'Università degli studi di Udine come docente del corso di Valorizzazione per il turismo dei beni culturali all' interno del corso di Laurea magistrale in Gestione del turismo e degli eventi culturali. Pagano succede, al vertice del Parco archeologico dei Campi Flegrei, a Paolo Giulierini, che aveva diviso per un anno quest'incarico con quello di direttore del Museo archeologico nazionale di Napoli, che continua a dirigere con riconosciuti e molto apprezzati risultati di pubblico.