Sospesi da oggi un medico e tre infermieri responsabili di "omessa sorveglianza o di imperizia nelle operazioni di assistenza della paziente" dopo la denuncia che segnalava una donna intubata sommersa dalle formiche. Così si legge in una nota della Regione Campania dopo l'ispezione dei carabinieri del Nas di ieri nella stanza in cui la paziente si trova ricoverata e all'interno dell'ospedale San Giovanni Bosco di Napoli. La Direzione generale per la Tutela della salute della Regione Campania si è espressa sull'accaduto e ha comunicato al direttore generale dell'Asl Napoli 1 di "promuovere il provvedimento della sospensione cautelare dal servizio" La stessa Direzione, continua la nota, "ha anche disposto che ogni sviluppo della vicenda, seguita con la massima attenzione della presidenza, sia tempestivamente comunicato alla struttura regionale". Mario Forlenza, direttore generale della Asl Napoli 1 ha commentato così il provvedimento preso:  "Non ci è sfuggita la particolare attenzione anche sotto il profilo mediatico per la sospetta totale omissione o comunque superficialità nella vigilanza delle condizioni minime igieniche sanitarie in cui i ricoveri devono essere garantiti".

A denunciare l'accaduto è stato Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi, che ha ricevuto le segnalazioni di cittadini e ne ha dato voce. "Dopo la nostra denuncia, il direttore sanitario Giuseppe Matarazzo ha chiuso la stanza del reparto di Medicina per la bonifica e la pulizia dove, come denunciano le immagini, sono inaccettabili le condizioni della paziente" ha detto Borrelli.