Virginia Musto, la ventunenne di Aversa morta nel febbraio 2017 in un incidente stradale.
in foto: Virginia Musto, la ventunenne di Aversa morta nel febbraio 2017 in un incidente stradale.

Condannata a tre anni ed otto mesi di reclusione: questa la pena inflitta all'amica di Virginia Musto, la ventunenne di Aversa che rimase uccisa in un un tragico incidente automobilistico avvenuto sull'Asse Mediano nel febbraio 2017. Il Tribunale ha condannato in primo grado l'amica del cuore di Virginia perché materialmente alla guida dell'automobile nella quale perse la vita la giovane aversana. La ragazza è stata anche condannata al pagamento di una provvisionale di sessantamila euro in favore dei genitori della vittima.

L'incidente era avvenuto nel febbraio 2017: la ragazza si trovava, assieme all'amica ed altri due ragazzi, a bordo di una Daewoo, sull'Asse Mediano, in direzione di Afragola. Improvvisamente, tra le uscite di Frattamaggiore ed Afragola, l'amica alla guida perse il controllo della vettura, finendo prima contro il guardrail e poi, dopo diverse carambole, nella corsia di marcia opposta. Illesi gli altri due ragazzi, mentre non fu così per Virginia, che morì sul colpo. La giovane alla guida, invece, fu portata al San Giovanni Bosco, dove fu sottoposta anche al test alcolemico ed accusata di omicidio colposo. Oggi, a due anni dalla tragedia costata la vita alla ventunenne di Aversa, è arrivata la condanna in primo grado.