Una rapina nel cuore della Napoli bene, in via Petrarca a Posillipo, con la consueta tecnica "del filo" in banca. Due dei quattro malviventi sono stati arrestati, mentre gli altri due sono attualmente ricercati. La vittima è un consulente finanziario di 44 anni, che aveva appena prelevato 3mila euro dall'ufficio postale di Piazza Matteotti per motivi di lavoro.

Uno dei rapinatori, il cosiddetto "filatore" lo ha ha seguito a bordo di una vespa fino ad una curva stretta, che la vittima doveva imboccare per tornare a casa e dove lo "attendevano" gli altri rapinatori. A quel punto è stato fermato con un colpo di pistola a salve, per poi essere aggredito dai complici del filatore, che lo hanno afferrato e scaraventato a terra per rapinarlo della somma dopo averlo anche ripetutamente colpito con spintoni, strattoni e botte da due di essi. Un altro "invitata" i passanti e gli automobilisti a togliersi di mezzo e passare senza fermarsi.

Le indagini degli inquirenti hanno permesso di individuarne subito due, impegnati a spartirsi il bottino: si tratta di Carmine Torino, 36 anni del Rione Sanità, e Vincenzo Viglione, 51 anni di Marano di Napoli e risultato essere il "filatore". Entrambi sono stati arrestati e portati in carcere, mentre si cercano ora gli altri due complici. Denaro e armi sono stati invece sottoposti a sequestro, mentre si indaga per scoprire se la banda avesse già colpito con modalità simili.