È successo di nuovo. Il cimitero “Le Querce” di Montoro, in provincia di Avellino, è stato ancora una volta preso d'assalto dai ladri di oro rosso, che durante la notte hanno fatto incetta dei vasi portafiori. Ne hanno portati via circa 80, gettando i mazzi di fiori a terra davanti alle lapidi. Il furto è stato scoperto questa mattina, 14 marzo, quando il personale è arrivato nel cimitero e si è reso conto dello scempio; la segnalazione è stata inviata ai carabinieri della Compagnia di Baiano, che poco dopo sono intervenuti per avviare le indagini.

Nello stesso cimitero c'era stato già un furto simile il 18 gennaio 2018, quella volta erano spariti circa 100 portafiori in rame ed ottone. Pochi giorni fa, invece, era stata la volta di un altro cimitero dello stesso comune: anche in quella circostanza dalla struttura di via Provinciale Borgo erano stati rubati 100 vasi.

A fine febbraio, invece, era toccato al cimitero di Avellino: “solo” 40 vasi portafiori in bronzo e rame rubati e alcune lapidi erano state danneggiate nella notte del 28 febbraio. Si indaga nel giro della ricettazione del rame: un chilo del metallo vale intorno ai 7 euro, ma sul mercato illegale è molto semplice da rivendere e viene pagato circa 4 euro.