Hanno sfondato quattro automobili, una dietro l'altra, in pochi minuti. Furti a raffica, per portare via oggetti, borse e anche vestiti lasciati nell'abitacolo. Anche in pieno giorno, senza paura di essere ripresi dalle telecamere e senza preoccuparsi di essere visti da qualcuno. Succede, ancora una volta, nel parcheggio dell'Auchan di Giugliano, già teatro di moltissimi episodi del genere negli ultimi tempi. L'ultimo raid oggi, 9 maggio, intorno alle 14. Più che rubare le automobili, i ladri prendono di mira quello che viene lasciato all'interno, sui sedili posteriori o nel bagagliaio. Probabilmente si confondono tra i clienti, adocchiano gli automobilisti che hanno da poco parcheggiato e passano all'azione. O, come accaduto nei giorni scorsi, aspettano l'orario di chiusura, quando nel parcheggio restano soltanto le auto dei dipendenti: a quel punto, con poche persone in giro, sanno che i rischi sono ancora più bassi. Questione di pochi minuti: il tempo di spaccare i deflettori, controllare rapidamente l'abitacolo e arraffare il possibile. Navigatori satellitari, borse della spesa, ma anche giacche o caricabatterie: portano via qualsiasi cosa.

Nell'ultimo periodo, proprio in conseguenza delle numerose denunce, era stata potenziata la vigilanza all'interno del centro commerciale, il più grande di Giugliano, ma i furti non si sono fermati. A metà aprile due pregiudicati erano stati bloccati dai carabinieri con un computer portatile appena rubato e denunciati. Il giorno prima erano state svaligiate almeno 6 automobili mentre a fine marzo era stata segnalata un'altra raffica di furti: cinque automobili, svaligiate, ancora una volta, in una manciata di minuti.