NAPOLI – I bimbi delle scuole di Napoli, con particolare riferimento a quelle della I Municipalità (Chiaia, San Ferdinando, Posillipo) si troveranno senza refezione al rientro dalla vacanze natalizie, dopo la Befana. Il motivo? Come comunicato da Comune e Municipalità ai dirigenti scolastici, non sarebbe ancora stato aggiudicato l'appalto per la fornitura del servizio mensa, da gennaio a luglio 2019, nelle scuole del territorio. "Sono molto dispiaciuta di quanto appreso ma mi hanno assicurato che il ritardo, dovuto solo ad un intoppo di natura burocratica, non andrà oltre i dieci giorni lavorativi e dunque la refezione che partirà il prossimo sette gennaio per oltre 20.000 utenti tarderà ad arrivare nelle scuole della prima municipalità solo di qualche giorno" ha dichiarato Annamaria Palmieri, assessore alla Scuola del Comune di Napoli.

Per Francesco de Giovanni è colpa del Comune

La pensa diversamente Francesco de Giovanni, presidente del parlamentino della I Municipalità del Comune di Napoli. "È con rammarico e con rabbia, che annuncio alla cittadinanza che dal 7 Gennaio non riprenderà il servizio di refezione scolastica per le scuole della prima Municipalità" ha detto de Giovanni. "Nonostante il tempo a disposizione, la commissione di gara centrale del Comune di Napoli, si è ridotta alla fine di dicembre per le aggiudicazioni lotto per lotto, equivalenti alle Municipalità. Un lavoro durato praticamente 6 mesi. A causa di una serie di offerte anomale e di un ritardo di comunicazione alla nostra Municipalità, ci troviamo, ora, senza la ditta che deve effettuare il servizio di refezione" conclude il presidente del parlamentino.