Tre ragazzi feriti, di cui uno gravemente: questo il bilancio di una rissa, sfociata nel sangue, avvenuta la notte scorsa a Salerno. Stando a quanto si apprende i tre ragazzi, tre fratelli originari della provincia di Caserta – anche se due di loro risiedono a Salerno da qualche anno – si trovavano in piazza Gian Camillo Gloriosi, nel quartiere Torrione, quando avrebbero ingaggiato una lite, per cause ancora in corso di accertamento, con un altro gruppo di ragazzi. Dalle parole si è passati alla rissa e, presto, sono spuntati anche i coltelli, con i quali i tre fratelli sono stati colpiti.

Ad avere la peggio il maggiore dei tre, un ragazzo di 26 anni, colpito ripetutamente dai fendenti in più parti del corpo, compresi organi vitali: soccorso dal 118, è stato trasportato all'ospedale "San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona" in gravi condizioni di salute. Operato nella notte, la sua prognosi è riservata. Ferito anche un fratello di 22 anni, che ha riportato ferite non gravi, mentre il suo gemello se l'è cavata soltanto con qualche lesione. Sulla vicenda indagano i carabinieri del Nucleo Operativo di Salerno, che hanno effettuato i rilievi per stabilire l'esatta dinamica di quanto accaduto. Da quanto si apprende, alcune persone sarebbero state fermate per il ferimento: la loro posizione è ora al vaglio degli inquirenti.