Sono stati quattro giorni di apprensione per una famiglia di Cesa, piccolo centro nella provincia di Caserta e, in generale, per una intera comunità: lo scorso 29 luglio, infatti, Luigi Di Dona, soprannominato "il ragno", si era improvvisamente allontanato di casa, facendo perdere le sue tracce. Oggi, è arrivato il lieto fine: l'uomo è stato infatti ritrovato a Napoli. Come detto, una intera comunità si era preoccupata per lui, mobilitandosi con appelli sui social network. Lo stesso sindaco della cittadina, Enzo Guida, sulla sua pagina Facebook aveva diffuso un appello affinché chiunque avesse notizie di Luigi si mettesse in contatto con le forze dell'ordine.

È stato lo stesso primo cittadino di Cesa poi, sempre tramite la sua pagina Facebook, a dare notizia del ritrovamento di Luigi. "Luigi è stato ritrovato grazie a Michele Turco (un uomo anch'egli residenti a Cesa, che l'ha riconosciuto) e all’intervento della guardia di finanza. Ora mi sto organizzando con i vigili urbani per riconoscerlo e riportarlo a casa". L'ultima volta, Luigi era stato visto, domenica sera, all'esterno di un bar di Trentola Ducenta, sempre nella provincia di Caserta.