Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Roghi tossici nel territorio del Casertano, dove due persone sono state arrestate dalle forze dell'ordine in flagranza di reato per il delitto di combustione illecita di rifiuti. Si tratta di B.G. 53 anni e R.D. 25 anni. Il provvedimento è scattato a seguito delle attività del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale di Caserta e dei militari della Stazione Carabinieri Forestale di Marcianise e di Calvi Risorta, durante alcuni controlli nei pressi del mercato ortofrutticolo in località Masseria D. Melelle, a San Tammaro. I militari hanno notato in lontananza una fitta colonna di fumo di colore scuro levarsi in aria e si sono avvicinati al punto dal quale proveniva. Il vasto rogo era alimentato da cassette in legno e imballaggi di plastica che venivano smaltiti illegalmente dandogli fuoco.

Secondo le informazioni ricevute dalle forze dell'ordine, i due responsabili recuperavano imballaggi di diverso tipo per frutta e verdura, per poi rivenderli agli agricoltori di zona. In un deposito in muratura poco distante avevano accumulato tantissime cassette, impilate l'una sull'altra, che di volta in volta selezionavano per decidere quali fossero buone per essere rivendute e quali no. Quelle scartate, venivano bruciate per disfarsene senza costi di smaltimento.