napoli
tot. contagiati 92.472
28 marzo 3.651
tot. guariti 12.384
28 marzo 1.434
tot. deceduti 10.023
28 marzo 889

Rubato il gasolio della Fondazione Famiglia di Maria a San Giovanni a Teduccio

Nel corso della notte è stato rubato il gasolio dal serbatoio interrato della Fondazione "Famiglia di Maria" di San Giovanni a Teduccio, a Napoli. La responsabile del centro, che si occupa di doposcuola e attività sportive per i ragazzi e opera in un contesto difficile, ha lanciato una raccolta fondi online.
A cura di Nico Falco

Niente riscaldamenti per la fondazione "Famiglia di Maria" di San Giovanni a Teduccio, nella zona orientale di Napoli, che ospita doposcuola e attività sportive per i bambini del territorio: ignoti, nella notte appena trascorsa, hanno rubato il gasolio dalla cisterna interrata. Un furto che la presidente, Anna Riccardi, ha scoperto questa mattina, quando è arrivata nella struttura di via Salvatore Aprea e si è resa conto che la botola era stata sollevata e che i tubi erano stati rimossi per portare via il carburante.

""Mi avete rotto – si sfoga la Riccardi su Facebook – pensate di avere vinto ancora una volta voi, ma non è così. Avete rubato il gasolio dalla botola della Fondazione Famiglia di Maria. Avete sottratto il caldo dei termosifoni alle bambine e ai bambini ma non mi avete tolto la forza di andare avanti e il calore di tutta la mia squadra che si tasserà per rimettere il gasolio. Ringrazio il commissariato della Polizia di San Giovanni, sempre al nostro fianco".

Poche ore dopo la Fondazione ha lanciato su Facebook la raccolta fondi "Aro' faje ‘a nafta", per raccogliere il denaro e ricomprare il gasolio rubato (le modalità sono illustrate sulla pagina della fondazione). Il furto è stato subito segnalato alla polizia, sul posto sono intervenuti gli agenti del commissariato di zona per i rilievi. Nello scorso settembre erano stati esplosi alcuni colpi di arma da fuoco contro la Fondazione; stando alle ricostruzioni il raid sarebbe stato messo a segno da una persona sola, che avrebbe sparato sfrecciando su uno scooter, sul portone erano stati rinvenuti due fori. Il quartiere è uno dei fronti caldi dove infuriano gli scontri tra i Mazzarella e i Rinaldi per il controllo degli affari illeciti.

CONTINUA A LEGGERE SU FANPAGE.IT

San Giovanni a Teduccio, bomba distrugge l'ingresso di una tabaccheria
Coronavirus Napoli, nelle tende degli ospedali da campo fa troppo freddo
Coronavirus, Gigi D'Alessio e Mara Venier al sindaco Mastella: 'Amici di Benevento, state a casa'
Precipita in un pozzo e muore: tragedia a Castelfranci, in Irpinia
Coronavirus Salerno, morto anziano in una casa di riposo: terzo decesso nel Vallo di Diano
Coronavirus, i detenuti di Poggioreale vogliono aiutare nella lotta al Covid-19
Ariano Irpino, la disperazione del nonno del bimbo morto a Matera: 'Portatemi da Diego'
Farmaco per il coronavirus, migliorano 20 pazienti: 5 potrebbero essere dimessi a breve
Coronavirus, a Napoli da domani medici a casa per fare i tamponi. In Campania 2.000 al giorno