Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Un incendio nel quartiere Sanità, nel cuore di Napoli, è divampato nel primo pomeriggio di oggi, mercoledì 5 giugno: il rogo è scoppiato all'interno di un'abitazione di via Vergini. Le fiamme si sono estese rapidamente al primo piano della palazzina, liberando una enorme quantità di fumo nell'aria e spaventando molte persone che si trovavano in strada e nelle palazzine vicine. All'interno dell'appartamento andato in fiamme c'era soltanto un uomo di 83 anni, che è rimasto gravemente intossicato dal fumo che si è sprigionato dalle fiamme. Ignote al momento le cause dell'incendio, sulle quali stanno indagando le forze dell'ordine. Sul posto sono giunti i Vigili del Fuoco ed anche un'ambulanza del 118 della postazione "Piazza del Gesù", che ha prestato i primi soccorsi all'uomo, le cui condizioni sono apparse subito gravi.

Dopo averle stabilizzate, l'uomo è stato quindi trasferito al Vecchio Pellegrini di Napoli: l'ottantatreenne si trova adesso nel reparto di rianimazione, dove è arrivato con il codice di massima urgenza. Intanto, i vigili del fuoco hanno domato le fiamme e messo in sicurezza l'abitazione. Si indaga adesso per capire cosa possa aver causato l'incendio, con le fiamme che si sono propagate in un batter d'occhio e causando l'intossicazione da fumo che, al momento, ha portato al ricovero dell'uomo che viveva nell'appartamento. Non si esclude al momento alcuna ipotesi, compresa quella di un corto circuito o di un fornello lasciato acceso: sembrerebbe esclusa invece una fuga di gas, dal momento che non c'è stato alcuno scoppio all'interno dell'abitazione.