[Immagine di repertorio]
in foto: [Immagine di repertorio]

CASERTA – Sesso in cambio di favori edilizi. Vasta operazione dei carabinieri della compagnia di Mondragone, coordinati dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere, che ha portato all'arresto di sei persone, tra cui quattro dipendenti del Comune di Castel Volturno, un tecnico esterno e un dirigente dell'Imat del Villaggio Coppola. In manette sono finiti il comandante dei vigili urbani di Castel Volturno, Luigi Cassandra, il capo dell'Ufficio tecnico comunale Carmine Noviello e l'addetto all'Ufficio tecnico Antonio Di Bona, che avrebbe chiesto favori sessuali in cambio di favori edilizi. Arrestati anche il tecnico comunale Giuseppe Russo, il geometra Giuseppe Verazzo e il dirigente dell'Imat Rosario Trapanese.

Secondo quanto stabilito dalle indagini di magistrati e carabinieri – partite in seguito alla denuncia di un cittadino – il sistema di corruzione sarebbe stato messo in piedi a partire dal 2016. Nell'inchiesta risultano indagate altre 15 persone in stato di libertà: per loro le accuse, come per gli arrestati, sono quelle, a vario titolo, di corruzione, concussione, falso ideologico in atto pubblico, indebita induzione a dare o promettere utilità.