Un giovane di 28 anni, pregiudicato, è stato arrestato dai carabinieri con l'accusa di avere aggredito la madre e di avere danneggiato l'automobile della donna e i mobili di casa; sottoposto ai domiciliari, il ragazzo è in attesa della convalida ed è accusato di maltrattamenti in famiglia. È successo a Nola, in provincia di Napoli. I carabinieri sono intervenuti in un appartamento di via Boscofangone in seguito alla telefonata di alcuni vicini di casa, che avevano sentito urla e forti rumori provenienti dall'abitazione dove il 28enne vive insieme alla madre. Arrivati sul posto, hanno trovato la donna, 48 anni, dolorante: era stata picchiata. Il ragazzo l'aveva colpita a una spalla, provocandole contusioni che hanno reso necessario l'intervento dei medici; accompagnata all'ospedale di Nola, la donna è stata medicata e dimessa poco dopo, giudicata guaribile nel giro di due giorni. Nel corso degli accertamenti i militari hanno appurato che il ragazzo, oltre all'aggressione, aveva anche sfasciato dei mobili nell'appartamento e aveva danneggiato l'automobile della madre. Per lui sono scattate le manette ed è stato sottoposto ai domiciliari in attesa della convalida dell'arresto.

Ora i militari stanno cercando di ricostruire la storia familiare, per capire se ci sono stati altri episodi del genere in passato. Restano da stabilire i motivi dell'aggressione, che sarebbe scattata per un litigio in famiglia; durante la discussione il giovane avrebbe dato in escandescenze e avrebbe cominciato a distruggere tutto quello che gli capitava a tiro, colpendo anche la madre che aveva provato a fermarlo.