Una vera e propria aggressione, non si sa se di stampo razzista, quella avvenuta al Rione Sanità, nel cuore di Napoli, dove un immigrato di colore, Ibrahim, è stato strattonato da una baby gang, che poi gli ha spruzzato contro dello spray al peperoncino. Da quanto si apprende, Jacob stava tornando a casa dal lavoro quando ha incontrato sulla sua strada un gruppo di ragazzini del quartiere, che da giorni lo insultava. La baby gang però è passata all'azione: insulti e spintoni, poi qualcuno gli spruzza negli occhi il liquido urticante. Jacob chiama i soccorsi, ma l'ambulanza tarda ad arrivare: accorre in suo aiuto allora il suo datore di lavoro, che lo accompagna al Pronto Soccorso dell'ospedale Cto: l'uomo ha lividi ed ecchimosi sul corpo e una ferita alla testa dovuta ad una caduta subita durante l'aggressione.

L'uomo, uscito dall'ospedale, ha denunciato l'accaduto alla Polizia di Stato. L'immigrato abita da due anni al Rione Sanità insieme alla sua compagna, italiana. Lavora in una struttura sanitaria, dove dà una mano come può. Agli agenti di polizia ai quali ha denunciato l'episodio del quale è stato sfortunato protagonista, ha riferito di essere stato insultato dai ragazzini – non si fa menzione, però, di insulti razzisti – e di essere caduto in terra, disorientato, dopo che la baby gang lo ha colpito al volto con lo spray al peperoncino.