Due ragazzi di 23 e 29 anni sono stati arrestati dai carabinieri dell'aliquota operativa di Ischia insieme a quelli della stazione di Barano, per essere stati trovati in possesso di un chilo di hashish all'interno dello zaino. I due, che attualmente si trovano nel carcere di Poggioreale, si sono imbarcati su un traghetto della linea Pozzuoli-Ischia trasportando l'hashish nel proprio bagaglio ma, mentre stavano facendo la fila per l'imbarco, hanno notato i militari di rientro da Napoli che, come loro, attendevano il proprio turno per salire a bordo. I due ragazzi si sono iniziati a innervosire e proprio per questo hanno attirato l'attenzione dei carabinieri che, una volta saliti sul traghetto, si sono avvicinati per identificarli.

Un chilo di hashish nello zainetto: i due giovani già noti alle forze dell'ordine

Dopo l'identificazione, i militari hanno proseguito con la perquisizione. Ed è stato allora che, all'interno dello zainetto che i due giovani portavano con sé, hanno trovato un chilo di hashish suddiviso in dieci panetti da cento grammi l'uno. L'hashish era evidentemente destinato alla vendita a Ischia: è stato sequestrato e i due giovani tradotti nel carcere di Poggioreale dopo le formalità di rito, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria. Entrambi già noti alle forze dell'ordine, sono stati traditi dall'atteggiamento nervoso e circospetto assunto in presenza delle forze dell'ordine. Il fatto poi di avere con sé dell'hashish nascosto nemmeno troppo accuratamente in uno zainetto, sicuramente non ha aiutato i due giovani. Che adesso dovranno rispondere della loro condotta davanti al giudice, che dovrà decidere se convalidare l'arresto o meno e se, soprattutto, rimetterli in libertà.

.