Inizia il conto alla rovescia per i test di medicina: sette giorni al fatidico 5 settembre, sette giorni in cui gli studenti campani dovranno letteralmente dormire sui libri, visto il numero ridotto di ingressi a fronte di una domanda invece sempre più alta. Sono oltre ottomila i candidati, mentre i posti a disposizione sono appena 1.018: di fatto, la media di studenti che ce la faranno sarà di uno ogni dodici. Una media altissima, anche perché gli iscritti ai test sono in forte aumento: la sola Università Federico II, ad esempio, con i suoi 4.604 iscritti ha fatto registrare un aumento di 600 candidati. Ma se si prende in considerazione il dato di due anni fa, quando si iscrissero 3.801 studenti, la crescita può dirsi vertiginosa.

Cresce anche il dato relativo alle altre università: la Seconda Università ha fatto registrare 1.805 (poche decine in più dello scorso anno), mentre all'Università di Salerno il dato (non ancora definitivo) è di 1.400 iscritti. Questi invece i posti a disposizione per Medicina e Chirurgia: 389 (più dieci riservati agli studenti extracomunitari) posti per l'Università Federico II, 416 per l'Università degli studi della Campania Luigi Vanvitelli (metà per la sede di Napoli e metà a Caserta), e131 all'Università di Salerno.