Un 47enne di Mondragone, in provincia di Caserta, è stato arrestato con l'accusa di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. L'uomo avrebbe picchiato e costretto a continue umiliazioni la convivente invalida, una donna di nazionalità polacca che subiva vere e proprie torture, una condizione aggravata dalla sua condizione di disabilità.

L'indagine ha preso le mosse dalla denuncia di un passante che, notando la donna chiusa sul terrazzo dell'abitazione, ha chiamato i carabinieri. I militari l'hanno così liberata e, accompagnata a casa della madre, ha deciso di denunciare il compagno. La testimonianza ha così messo in moto l'indagine, condotta dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere, terminata con l'arresto.

Gli inquirenti hanno ricostruito un contesto familiare segnato da violenze e abusi da parte del 47enne, che spesso l'aggrediva quando era ubriaco. L'episodio più grave quando l'uomo violento l'ha picchiata con il bastone con il quale la compagna si aiutava per camminare, arrivandole a rompergli il femore.