Non inizia nel migliore dei modi la settimana del trasporto pubblico partenopeo. Nella mattinata di oggi, lunedì 20 maggio, la linea Cumana gestita dall'Ente Autonomo Volturno, si è bloccata attorno alle 8.30, a causa di un guasto avvenuto su un convoglio tra le stazioni di Gerolomini e Dazio, fermatosi in galleria. Solo attorno alle 9 i treni hanno ripreso a circolare, ma accumulando un ritardo di oltre quaranta minuti. Passeggeri infuriati: a bordo, infatti, nessuna comunicazione e treno successivo fermo nella stazione di Gerolomini, in attesa che quello guasto riprendesse la propria corsa, dopo quasi mezz'ora di disagio all'interno di una galleria all'altezza di Bagnoli.

Problemi questa mattina registrati anche nelle corse della linea Circumvesuviana, anch'essa gestita come la Cumana dall'Ente Autonomo Volturno: quattro le corse cancellate, mentre si registrano ritardi molto forti su un'altra corsa. Ad essere cancellati, il treno delle 7.48 da Napoli per Baiano e quello alla stessa ora da Napoli per Torre Annunziata. Già annunciate le cancellazione delle corse delle 8.40 da Torre Annunziata per Napoli e delle 9.32 da Baiano per Napoli, mentre il treno che da Napoli a Poggiomarino, inizialmente previsto per le 7.25, è partito con venti minuti di ritardo. Lievi ritardi sulle altre linee della Circumvesuviana, che serve ogni giorno migliaia e migliaia di pendolari da tutta la provincia napoletana, con corse che raggiungono Sorrento, Poggiomarino, Sarno e Baiano, e viceversa, permettendo così a studenti e lavoratori pendolari di poter raggiungere il capoluogo partenopeo ogni giorno.