Foto dalla pagina Facebook del Teatro Posillipo
in foto: Foto dalla pagina Facebook del Teatro Posillipo

Seicento persone a fronte della capienza massima autorizzata di 450. Per questo la discoteca Teatro Posillipo di Napoli è stata chiusa dagli agenti dell'Unità operativa di Chiaia della polizia municipale. I vigili, si legge nella nota ufficiale, sono intervenuti nel corso di una serata all'interno del locale e "hanno riscontrato la presenza di 600 persone a fronte della capienza massima di 450 autorizzata con licenza di agibilità, oltre ad altre 250 persone che erano in fila per entrare all'ingresso del locale, alle quali è stato inibito l'accesso".

Sequestrato il locale: musica spenta e clienti invitati ad uscire

Gli agenti della polizia locale, quindi, hanno fatto spegnere la musica e hanno fatto uscire tutti i clienti dal locale. Successivamente hanno preceduto al sequestro della discoteca per il mancato rispetto delle prescrizioni di sicurezza e agibilità. Già nello scorso mese di novembre il Teatro Posillipo era stato oggetto di denucnia da parte degli agenti dell'Unità operativa di Chiaia per gli stessi motivi. Proprio per il mancato rispetto delle prescrizioni che allora i vigili avevano chiesto al titolare del locale, la discoteca di Chiaia è stata chiusa fino a nuovo ordine.

"Ci preme segnalare che è momentaneamente interrotta solo l’attività della discoteca, mentre continuano regolarmente quelle relative alla ristorazione (con il lounge di Shinto) al Cinema (con la proiezione del film “Benedetta Follia). Confermati anche gli eventi privati previsti nei prossimi giorni", si legge in una nota diffusa dalla discoteca napoletana.