Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

NAPOLI – Controlli a raffica delle forze dell'ordine nella notte di Capodanno, in particolare contro il fenomeno dei locali sovraffollati: due i locali chiusi durante il veglione della notte di San Silvestro, tra Chiaia e Posillipo. Nel primo caso si tratta di una discoteca, mentre nel secondo di una sala che già il 28 dicembre era stata sequestrata: due le persone denunciate, mentre i controlli sono avvenuti anche in locali di via Dei Mille a Chiaia ed in via Coroglio a Bagnoli, nel cuore della movida partenopea. In questi casi, non sono state riscontrate "anomalie" di sorta.

In una nota discoteca dei Gradini Amedeo del quartiere di Chiaia, sono scattati i sigilli e l'interruzione della serata dopo che le forze dell'ordine hanno scoperto al suo interno trecento persone accalcate all'interno, con un'uscita di sicurezza non adatta al numero di persone persone in sala. Denunciato il proprietario, serata interrotta ed edificio sequestrato dagli agenti della Municipale. Non è andata meglio in via Posillipo, dove è stato interrotto il cenone di Capodanno che si stava tenendo in una sala risultata essere già sequestrata per abusi edilizi. Anche qui il proprietario è stato denunciato, ed il veglione è stato di fatto "annullato".