Il verde che torna a colorare il Vesuvio, immortalato nel pomeriggio del 30 maggio 2019. [Foto / Fanpage.it]
in foto: Il verde che torna a colorare il Vesuvio, immortalato nel pomeriggio del 30 maggio 2019. [Foto / Fanpage.it]

Torna il verde sul Vesuvio, a distanza di due anni dagli spaventosi incendi che ne distrussero la vegetazione. Lo scatto immortalato da Fanpage.it nel tardo pomeriggio di oggi, giovedì 30 maggio, mostra il Vesuvio sotto una particolare illuminazione: quella che cioè mette in risalto la sua parte migliore, quel verde tipico del terreno fertile che da sempre che costituisce la fortuna per chi, fin dai tempi di greci e romani, ne impianti vigneti e tanto altro ancora. Una piccola vittoria della natura, due anni dopo gli sciagurati incendi che ridussero la vegetazione ad un cumulo di cenere fumante, con tutti i disagi che questo ha comportato per gli abitanti in zona.

E non è la sola novità per questa estate: se, dunque, la Natura si riprende ciò che l'uomo ha deturpato, dall'altra lo stato ha deciso di provvedere ad una maggiore sicurezza del Parco Nazionale del Vesuvio. E così, da questa estate, ci saranno a sorvegliare la zona anche i droni gestiti dai Carabinieri della Forestale, nell'ambito della campagna antincendio di quest'anno, come spiegato da Agostino Casillo, presidente dell'Ente Parco Nazionale del Vesuvio stesso. Si tratterà dunque di droni "ad altissima tecnologia, dotati di lunga autonomia, telecamere ad altissima risoluzione, termocamere ed altre tipologie di sensori", ha spiegato Casillo. L'obiettivo è scongiurare un'estate come quella del 2017, funestata da incendi continui che distrussero gran parte della vegetazione del Vesuvio. La stessa che oggi sta fortunatamente tornado a ricolorarlo.