È finita davanti alla commissione Trasparenza del Comune di Napoli la consulenza da 85mila euro data dall'Anm – l'azienda pubblica di trasporto del Comune di Napoli – all'avvocato Oreste Cardillo con il compito di applicare il piano di esuberi approvato dall'azienda. Il nuovo amministratore delegato della società, Ciro Maglione, ha annunciato che il 26 giugno scorso, due giorni dopo l'articolo di Fanpage.it aveva sollevato la vicenda, l'azienda ha ritirato la consulenza dell'avvocato giuslavorista, motivandola con una difformità normativa in merito alla concessione dello stesso contratto di consulenza. Ma nel corso dell'audizione del nuovo manager del trasporto pubblico del Comune di Napoli le ombre sulle consulenze e le collaborazioni si sono addensate più che diradarsi: è il caso del giallo del dottore commercialista, docente nonché assessore comunale Eugenio Mario Chiodo che pare stia "dando una mano" (questo è quanto emerso durante la commissione) a titolo gratuito al numero uno di Anm.

Maglione: "Non so quanto spendiamo in consulenze"

Ciro Maglione lo ha detto subito, appena i presidenti delle commissioni trasparenza e trasporti, rispettivamente Mimmo Palmieri e Nino Simeone, riunite congiuntamente, gli hanno dato la parola. "In data 26 giugno pochi giorni dopo il mio insediamento ho scritto a Cardillo per annunciare la volontà dell'azienda di risolvere il rapporto di collaborazione – ha esordito Maglione – il 27 giugno Cardillo con una sua lettera mi ha comunicato di accettare la risoluzione del contratto". La consulenza riportava la data del 18 maggio ed era stata stipulata dal precedente amministratore delegato Alberto Ramaglia, quindi per Cardillo è maturato poco più di un mese di emolumenti che dovrà in ogni caso ricevere. Ma davanti alle difficoltà di un'azienda con oltre 40 milioni di euro di debiti e con oltre 600 persone in esubero e un bilancio in cui i conti continuano a non tornare, quante sono le consulenze messe in piedi dall'ANM ? Alla domanda di Fanpage.it al termine della commissione Maglione non ha saputo rispondere : "Oggi non sono in grado di quantificarle, mi sto concentrando sui crediti e su come sanare l'azienda" ha risposto l'amministratore. Le cifre delle consulenze e degli incarichi legali affidati da Anm sono state sollevate nuovamente dal consigliere di opposizione Andrea Santoro di Fratelli d'Italia, che in consiglio comunale aveva già sollevato il caso della consulenza a Cardillo: "Ci risultano consulenze su materie fiscali e legali che superano i 30 mila euro l'anno – ha attaccato Santoro – soprattutto non si capisce perché le consulenze e gli incarichi legali vengono affidati sempre allo stesso giro di professionisti, sono nomi ricorrenti".  Maglione non è stato in grado di dare cifre ma ha annunciato un taglio del 50% delle parcelle per gli incarichi legali, una norma che sarà fatta valere per le nuove collaborazioni.

Il giallo dell'ex assessore "consulente gratuito"

Sempre sul tema delle consulenze che riguardano la disastrata azienda del trasporto pubblico del Comune di Napoli, durante la seduta della commissione trasparenza è emerso un vero e proprio giallo. Si tratta del caso della collaborazione dell'ex assessore comunale Mario Eugenio Chiodo che starebbe offrendo la sua collaborazione al nuovo amministratore delegato Ciro Maglione. Il caso è stato sollevato dal consigliere comunale del Partito Democratico Aniello Esposito: "Ho avuto notizia della presenza negli uffici dell'Anm dell'ex assessore Chiodo, vorrei sapere da Maglione se è stato conferito un incarico di consulenza a Chiodo e a che titolo sta frequentando gli uffici dell'ANM" ha detto il consigliere Pd in commissione. Senza nascondere un certo imbarazzo Maglione ha risposto : "Mi sta dando una mano a titolo gratuito, non gli è stata affidata una consulenza". Ma sempre dall'opposizione Vincenzo Moretto di "Prima Napoli" ha rilevato: "Le ricordo che nelle pubbliche amministrazioni non esistono collaborazioni a titolo gratuito, a meno che non sia previsto un lavoro volontaristico e non ci sembra questo il caso". Maglione non ha replicato, insomma un vero e proprio giallo quella della presenza dell'ex assessore Chiodo in Anm. Maglione è in carica dal 16 giugno scorso, a lui l'amministrazione di Luigi de Magistris ha chiesto di fare il "miracolo", ovvero salvare un'azienda portata sull'orlo del baratro, sulla trasparenza però l'impressione è che ci sia ancora molto da fare.