Umidità che supera il 70%, vento praticamente assente, un sole che ribolle: in Campania si è raggiunto il nuovo record di temperatura percepita (35 sono quelli invece riscontrati dalla colonnina del termometro), pari a ben 55 gradi, come testimonia il sito dell'Aeronautica militare. Bollenti le zone dell'entroterra partenopeo e casertano, che non hanno sbocchi a mare, la Protezione civile della Regione Campania ha prorogato almeno fino a lunedì 7 agosto pomeriggio l'allerta per ondate di calore.

"Permangono, infatti  – si legge in una nota – le condizioni meteo tali da determinare situazioni di rischio per il possibile disagio psico-fisico, in particolare per le fasce fragili della popolazione".
Si prevedono temperature massime che saranno superiori ai valori medi stagionali anche di 6÷8°C, soprattutto sulle zone interne, e associate ad un tasso di umidità che, nelle ore serali e notturne, supererà anche l’80-90%, soprattutto sulle zone costiere, e in condizioni di scarsa ventilazione. "Si raccomanda alle autorità competenti – conclude il bollettino regionale di Protezione civile –  di mantenere attive le misure atte a garantire attenzione e assistenza alla popolazione".