Ancora caldo record a Napoli e in tutta la Campania. Dopo aver raggiunto i quasi 50 gradi centigradi percepiti nei giorni scorsi, Lucifero, l'anticiclone in arrivo dall'Africa sahariana, non dà tregua a cittadini e turisti neanche il prossimo fine settimana, confermano la fase infuocata di questa seconda metà di estate che sta scoppiando in tutta Italia. Ancora le giornate di sabato 5 e domenica 6 agosto saranno da bollino rosso nella città all'ombra del Vesuvio, come sottolineato dal Ministero della Salute. Si ricorda che il bollino rosso indica "condizioni di emergenza con possibili effetti negativi sulla salute di persone sane e attive e non solo sui sottogruppi a rischio come gli anziani, i bambini molto piccoli e le persone con malattie croniche".

Per cui attenzione nei prossimi giorni soprattutto i soggetti più fragili, evitando di uscire nelle ore più calde, dalle 10 alle 16, e incentivando il consumo di frutta e verdura. Il termometro non scenderà al di sotto dei 35 gradi, il tutto complicato dall'afa e soprattutto dagli alti livelli di umidità, che hanno raggiunto quota 80/90 per cento soprattutto nelle vicinanze delle zone costiere. La situazione resterà la stessa in Campania fino alla metà della prossima settimana. Un parziale miglioramento delle condizioni meteo potrebbe verificarsi a partire da giovedì 10 agosto. Ma fino ad allora sarà ancora superato il record di caldo segnato nelle ultime ore. D'altronde, proprio ad una città campana, Grazzanise, in provincia di Caserta, è spettato il titolo di comune più caldo d'Italia con i suoi 55 gradi percepiti, secondo dati dell'Accademia Aeronautica.