Un’immagine del Giuramento del 2017.
in foto: Un’immagine del Giuramento del 2017.

Si è tenuto oggi, sabato 16 novembre 2019, in piazza del Plebiscito a Napoli, il Giuramento Solenne degli Allievi della Scuola Militare "Nunziatella". L'appuntamento, che cade a pochi giorni dal 232° anniversario di fondazione di una delle scuole militari più antiche al mondo, ha visto partecipare gli Allievi che, a sedici anni, hanno giurato fedeltà alla bandiera. Presenti, oltre alle più alte cariche civili e militari del territorio, anche numerosi ex allievi della Nunziatella provenienti da ogni parte del mondo. La scuola militare dell'Esercito Italiano ha sede nella vicina collina di Pizzofalcone, nucleo storico della città di Napoli, nell'antico edificio costruito a fine ‘500 per ospitare il Noviziato dei Gesuiti e che ancora oggi, assieme alla Chiesa della Santissima Annunziata, costituisce uno dei complessi architettonici di Napoli.

La nascita nel 1787

La Scuola Militare Nunziatella fu fondata da Ferdinando IV il 18 novembre 1787 come Reale Accademia Militare dell'allora Regno di Napoli, riprendendo le tradizioni accademiche militari nate qualche decennio prima, quando la divisione definitiva tra il potere spagnolo e la monarchia napoletana iniziò ad accentuarsi, rendendo dunque necessaria la nascita di un esercito "indipendente" da quello spagnolo. Per qualche tempo, la sede fu spostata dalla collina di Pizzofalcone a Maddaloni, nel Casertano: era il 27 aprile 1855 quando Ferdinando II delle Due Sicilie ordinò che la nuova sede fosse il palazzo dei Duchi Carafa di Maddaloni: questo perché, con il processo di Unificazione Nazionale che ormai si era avviato già da diverso tempo, si sperava di "sottrarre" l'Accademia all'influenza delle nuove idee liberali italiane, avvicinandola così alla Reggia di Caserta dalla quale controllarla. Ma il trasferimento durò poco: il 7 settembre 1859 il re divenuto nel frattempo Francesco II riportò l'Accademia a Pizzofalcone, per la gioia degli Allievi, molti dei quali appunto napoletani, che sognavano di rientrare nella propria città. Inglobata poi nel Regno d'Italia in seguito all'unificazione, cambiò il nome in "Scuola Militare Nunziatella", che è quello con cui è conosciuta oggi.

Il programma del Giuramento

Questo il programma della giornata di sabato 16 novembre, che inizierà alle 9 e si concluderà dopo le 12.

  • Ore 09.15 – 10.00: Afflusso invitati e familiari degli Allievi;
  • Ore 10.00 – 10.25: Schieramento della banda • Schieramento del Reggimento di formazione; • I Labari delle Associazioni Combattentistiche e d'Arma, unitamente al Labaro dell'Associazione Nazionale Ex Allievi "Nunziatella", prendono posto nello schieramento; • Onori al Gonfalone del Comune di Napoli decorato di M.O.V.M. accompagnato dal Gonfalone della Regione Campania e della Città Metropolitana di Napoli; • Onori alla Bandiera d'Istituto della Scuola Militare "Nunziatella";
  • Ore 10.30 Onori alla Massima Autorità;
  • Ore 10.35 – 11.10 • Presentazione del decorato di Medaglia d'Oro al V. M; • Intervento del decorato di Medaglia d'Oro al V. M; • Intervento del Comandante della Scuola Militare "Nunziatella"; • Giuramento degli Allievi del 232° Corso; • Lettura della preghiera per la Patria; • Consegna dello Spadino dal 230° Corso al 232° Corso; • Consegna della stecca d'argento; • Intervento del Presidente dell'Associazione Nazionale Ex Allievi; • Intervento delle Autorità;
  • Ore 11.10 – 11.30 Ammassamento e sfilamento del Reggimento di formazione e degli Ex Allievi;
  • Ore 11.35 Schieramento della Compagnia d'Onore;
  • Ore 11.40 Onori alla Bandiera d'Istituto della Scuola Militare "Nunziatella";
  • Ore 11.45 Onori al Gonfalone del Comune di Napoli decorato di M.O.V.M. che, accompagnato dal Gonfalone della Regione Campania e della Città Metropolitana di Napoli, lascia il luogo della cerimonia;
  • Ore 11.50 Onori alla massima Autorità;
  • Ore 11.55 I Labari delle Associazioni Combattentistiche e d'Arma, unitamente al Labaro dell' dell'Associazione Nazionale Ex Allievi "Nunziatella", lasciano il luogo della cerimonia;
  • Ore 12.00 La Compagnia d'Onore lascia il luogo della cerimonia;
  • A seguire: Incontro di saluto (eventuale).