NAPOLI – Nel 2002 Steven Spielberg ci portava nel futuro con Minority Report, film tratto dall'omonimo romanzo di Philip K. Dick, nel quale la polizia è in grado di prevedere i crimini. Quel futuro, teorizzato negli anni Cinquanta dallo scrittore statunitense e trasposto quasi 20 anni fa da Spielberg al cinema, a Napoli è adesso realtà grazie ad X-Law. Si tratta di un'applicazione inventata dalla Questura partenopea che, grazie ad un complesso algoritmo, è in grado di predire un risultato come possono esserlo i reati predatori urbani, risultato che va poi verificato sul campo.

Sventato un furto grazie ad X-Law

È quello che è accaduto nella mattinata di ieri, quando il sistema ha previsto che, in una zona compresa tra via Piscicelli e via Iommelli, all'Arenella, zona collinare di Napoli, ci sarebbe stato un furto. Poco dopo, un cittadino ha allertato la polizia, segnalando la presenza di persone sospette proprio nella zona precedentemente segnalata da X-Law. Gli agenti della Questura sono arrivati sul posto e hanno sorpreso i due giovani che, alla vista degli agenti, hanno cercato di darsi alla fuga e di disfarsi di un piede di porco che avrebbero verosimilmente utilizzato per mettere a segno il furto.