Napoli ritorna agli anni Novanta per tre giorni: 1994, la serie tv di Sky che segue le vicende immediatamente precedenti e successive il terremoto politico-giudiziario di Tangentopoli e l'avvento di Silvio Berlusconi sulla scena politica italiana, ha spostato la troupe all'ombra del Vesuvio per rivivere i tempi del G7 voluto a Napoli da Carlo Azeglio Ciampi.

In pratica in questi giorni sul set si inscena quel periodi  che vide per la prima volta dopo Tangentopoli la città del "rinascimento" bassoliniano in un contesto internazionale: in città vennero in principali capi di Stato e i partenopei assistettero a scene ‘celebri' come quella dell' allora presidente Usa Bill Clinton che mangiava la ‘pizza a portafogli' nei vicoli dei Decumani (dalle mani del pizzaiuolo Ernesto Cacialli, il celebre ‘presidente'  di via Tribunali).

Tutto questo nella serie, nata da una idea di Stefano Accorsi, produzione originale Sky e Wildside, in onda su Sky Atlantic, non ci sarà. Probabilmente si vedranno i momenti concitati del primo avviso di garanzia all'allora premier Silvio Berlusconi. E in quel caso il ruolo del personaggio di Accorsi, Leonardo Notte, probabilmente risulterà cruciale. Nella serie confermati Miriam Leone (che interpreta Veronica Castello), Guido Caprino (che interpreta il leghista Pietro Bosco).

Per l'occasione, così com'è accaduto per le riprese di un'altra serie, "L'Amica Geniale" tratta dal romanzo di Elena Ferrante, piazza Plebiscito è stata trasformata, ma stavolta in una location anni Novanta, con vecchie berline, dalla Fiat Croma all'Alfa Romeo alle Mercedes dei capi di Stato in città.