Incredibile episodio quello accaduto alle prime luci dell'alba di oggi, martedì 9 luglio, a Pozzuoli: attorno alle 5.30, infatti, alcuni netturbini in forza alla società De Vizia, che si occupa della raccolta differenziata nel popoloso comune partenopeo, sono stati vittime di una improvvisa sassaiola. Pietre ed altri oggetti sono stati scagliati contro tre squadre di lavoratori della nettezza urbana da alcune persone rimaste ignote ed improvvisamente: è accaduto nel Rione Toiano, nel quartiere di Arco Felice.

Lo ha denunciato il sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia (al suo secondo mandato da primo cittadino puteolano), che ha anche spiegato che uno dei lavoratori è stato raggiunto al volto, dovendo ricorrere così alle cure ospedaliere. Figliolia ha parlato apertamente di un "episodio increscioso e allo stesso tempo inquietante". Non è chiaro il movente del gesto: le forze dell'ordine indagano a tutto campo, dalla semplice "bravata" ad atti deliberatamente ostili nei confronti dei netturbini. Dalle prime ricostruzioni, pare che gli aggressori fossero giunti sul posto a bordo di motociclette di grossa cilindrata e ben organizzati, scomparendo subito dopo la sassaiola. In ogni caso, il sindaco ha garantito la piena solidarietà ai lavoratori aggrediti, e avverte: "Non ci faremo intimidire e metteremo in campo sempre tutte le azioni utili per l'affermazione della legalità".

"Episodio inquietante ma non ci faremo intimidire"

Questa la nota completa diffusa dal sindaco Vincenzo Figliolia poche ore dopo la vicenda avvenuta a Pozzuoli:

Questa mattina è avvenuto un fatto increscioso e da condannare: tre squadre di operai della De Vizia in servizio al Rione Toiano sono state aggredite da alcuni balordi con lancio di pietre ed oggetti vari. Uno dei lavoratori è stato colpito al volto ed è dovuto ricorrere alle cure sanitarie. Si tratta di un episodio inquietante anche se non è ancora ben chiaro il movente. Sul fatto stanno indagando le forze dell'ordine e mi auguro che venga fatta piena luce. Agli operai va tutta la mia solidarietà e quella dell'intera amministrazione. Di certo non ci faremo intimidire e metteremo in campo sempre tutte le azioni utili per l'affermazione della legalità