Un nuovo caso di positività a San Giorgio a Cremano, alle porte di Napoli. Nel comune vesuviano, il primo per contiguità territoriale alla città di Napoli (si trova infatti subito dopo i quartieri di Napoli Est di Barra e San Giovanni a Teduccio), si è registrato un nuovo caso dopo un tampone effettuato ad un lavoratore che, prima di tornare al lavoro, aveva accusato un forte raffreddore e qualche linea di febbre. Lo ha comunicato lo stesso sindaco Giorgio Zinno: su 23 tamponi effettuati in questi giorni in città, si tratta dell'unico caso di positività, che ha fatto ora scattare anche le misure nei confronti dei familiari dell'uomo.

Il sindaco Zinno: "Rispettiamo le regole, ce la faremo"

"Cari concittadini vi avevo detto che vi avrei aggiornato una volta a settimana sul numero dei tamponi negativi tranne in casi di positività. Purtroppo oggi abbiamo la notizia di una persona positiva", ha detto il primo cittadino di San Giorgio a Cremano, "Il tampone è stato effettuato perché doveva tornare al lavoro e aveva qualche linea di febbre e raffreddore. Insieme alla persona sono in quarantena tutti i familiari a cui è stato disposto immediatamente il tampone per garantire la tracciabilità del contagio. La positività del concittadino ci fa ricordare che il virus esiste ancora e non è scomparso", ha proseguito, "dobbiamo continuare ad agire con responsabilità, rispettando le regole, per difenderci da un male che seppur statisticamente attenuato nella virulenza resta pericoloso per la comunità mondiale. Da sabato contiamo 23 tamponi negativi. Insieme ce la faremo", ha concluso Giorgio Zinno.

Coronavirus, la situazione a San Giorgio a Cremano

Questo il riepilogo complessivo di San Giorgio a Cremano, aggiornato dopo i nuovi 23 tamponi effettuati ed il nuovo caso positivo riscontrato nella cittadina vesuviana:

  • Attualmente positivi: 1
  • Ospedalizzati: 0
  • Guariti: 42
  • Deceduti: 8
  • In isolamento domiciliare: 4
  • Totale tamponi: 936
  • Tamponi negativi: 877