Saranno Avellino, Cavese, Casertana e Somma Vesuviana le squadre che si affronteranno, nel pomeriggio del 25 settembre, in un quadrangolare allo stadio Comunale Felice Nappi di Somma Vesuviana in provincia di Napoli, in memoria di Mario Cerciello Rega, il vicebrigadiere ucciso lo scorso 25 luglio a Roma. Il torneo fa parte delle iniziative organizzate dal Comitato Etico della Lega Pro insieme al Comune di Somma Vesuviana, che hanno promosso una serie di eventi in ricordo a due mesi dalla scomparsa il giovane carabiniere, che era proprio originario del comune vesuviano.

Per la morte di Mario Cerciello Rega sono in carcere due giovani americani, Gabriel Natale Hjorth e Finnegan Elder Lee; sono accusati di avere aggredito il carabiniere e il collega durante un'operazione in borghese per un "cavallo di ritorno" per la restituzione di uno zaino e in particolare Lee di aver colpito Cerciello Rega con numerose coltellate che non gli hanno lasciato scampo.

La mattina del 25 settembre, presso il teatro Summarte di Somma Vesuviana, si terrà un incontro con gli studenti per un confronto sul tema dei valori e dellegalità. Nel pomeriggio, prima del quadrangolare, verrà intitolato a Mario Cerciello Rega un settore dello stadio comunale. Agli inizi di agosto, poco dopo la tragedia, il sindaco di Somma Vesuviana, Salvatore Di Sarno, aveva fatto sapere di avere avviato le pratiche per l'intitolazione di una strada.

"La Lega Pro – spiega il presidente Francesco Ghirelli – interpreta il calcio attraverso messaggi positivi, e con questa iniziativa, in modo specifico, intende ricordare i valori di Mario Cerciello Rega. Sarà una giornata di riflessione che si tiene nel suo luogo natale con tanti giovani e con il pallone come ambasciatore di valori. In particolare, il quadrangolare assume una valenza forte perché sarà un torneo fra giovani, coetanei dei ragazzi accusati della morte del vicebrigadiere".