Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Dodici anni di reclusione, per avere abusato delle bambine autistiche che aveva come pazienti. È la condanna richiesta dal pm di Napoli, Maria Cristina Ribera, davanti al gup, Rossella Marro, per il fisioterapista di 54 anni arrestato dalla Squadra Mobile di Napoli con l'accusa di avere violentato le piccole che aveva in cura. Le vittime sarebbero tre, gli abusi sarebbero avvenuti nel centro di riabilitazione dove lavorava il professionista, a Napoli. Si era arrivati all'arresto, risalente allo scorso agosto, dopo la denuncia di una delle madri, che si era accorta dell'insofferenza della bambina alle terapie. Durante le indagini, coordinate dal magistrato della VI sezione della Procura di Napoli, gli agenti avevano scoperto condotte “inequivoche” anche su altre pazienti minorenni e accertato che l'uomo scattava anche delle fotografie alle bambine. Furono installate delle telecamere nascoste e dalle immagini registrate gli agenti ricavarono elementi tali da far scattare il fermo. Il gup ha fissato la prossima udienza per il 21 marzo.