Avrebbe abusato sessualmente di una ragazzina di 12 anni che, all'epoca dei fatti, frequentava la parrocchia: Don Michele Mottola, parroco di Trentola Ducenta, nella provincia di Caserta, è stato arrestato con l'accusa di violenza sessuale su minore. L'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti del prete, emessa dal gip del Tribunale di Napoli Nord su richiesta della Procura della Repubblica, è stata eseguita dagli agenti del commissariato di Aversa della Polizia di Stato, agli ordini del primo dirigente Vincenzo Gallozzi. Da quanto si apprende le indagini, partite in seguito a una segnalazione della Diocesi di Aversa, di cui fa parte la parrocchia di Trentola Ducenta, si sono avvalse della testimonianza della vittima, messaggi e registrazioni audio che hanno consentito agli inquirenti di raccogliere un quadro indiziario grave nei confronti del parroco; quadro indiziario confermato anche dalla vittima durante l'incidente probatorio. Già nel maggio del 2019, Don Michele Mottola era stato sospeso dal servizio.

Il caso era stato segnalato alla Diocesi di Aversa da alcuni fedeli, nonché dalla madre della vittima, che si era recata in Curia a raccontare come erano andati i fatti. Della vicenda di Don Antonio Mottola e dei presunti abusi sessuali sulla ragazzina di 12 anni si è occupata anche la trasmissione televisiva di Mediaset "Le Iene".