Potrebbe avviarsi a una conclusione la vicenda che arriva da San Marzano sul Sarno, in provincia di Salerno, e che racconta dell'ennesima violenza sessuale ai danni di un minore. Come riporta Il Mattino, un uomo di 49 anni originario di San Valentino Torio, ma residente nella cittadina del Salernitano, è stato rinviato a processo con l'accusa di violenza sessuale ai danni di minore. Gli abusi si riferiscono al 30 dicembre scorso: l'uomo, però, non fu arrestato subito, ma la Procura dispose nei suoi confronti un obbligo di dimora. Dopo aver raccolto prove e ascoltato i testimoni, tra cui la vittima di soli 16 anni, la Procura ha deciso per il processo nei confronti del 49enne con giudizio immediato.

La violenza sessuale a Villa de Tilla, il parco pubblico di San Marzano sul Sarno.

Era il 30 dicembre del 2016 quando si consumò la violenza sessuale. La vittima, che all'epoca aveva 16 anni, era in compagnia degli amici a Villa de Tilla, il parco pubblico di San Marzano sul Sarno, quando si distaccò dal gruppo per recarsi nei bagni pubblici della villa. Dopo essere entrato, il ragazzino fu raggiunto dal 49enne, custode del parco pubblico, che lo immobilizzò contro il muro: dopo essersi denudato e masturbato, l'uomo riuscì a palpare il 16enne nelle parti intime, prima che questi si divincolasse e fuggisse via.