Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Spari all'interno di un bar di Acerra: un uomo di 32 anni è rimasto ferito ad un gluteo, ma non è in pericolo di vita. Clienti terrorizzati e in fuga durante la sparatoria: sul posto le forze dell'ordine per i rilievi del caso e per ascoltare le testimonianze. Nessuna ipotesi è al momento esclusa: il bersaglio è stato un trentaduenne di nazionalità albanese ma con passaporto inglese, incensurato e senza precedenti penali. L'agguato è avvenuto all'interno di un noto bar del centralissimo corso Italia di Acerra, nell'hinterland napoletano.

Il tutto è avvenuto attorno alle 19 di questa sera: l'uomo si trovava nel bar per prendere un caffè, quando un altro uomo è entrato e, apparentemente senza motivo, ha estratto un'arma da fuoco sparando due colpi di pistola contro il proprio bersaglio. Il tutto in mezzo a tantissime persone che, assistendo alla scena e spaventate dagli spari, hanno iniziato a scappare alla rinfusa. I proiettili, che dovrebbero essere stati due, lo hanno raggiunto ad un gluteo: portato di corso alla vicina clinica dei Fiori, non è in pericolo di vita, ma è stato trattenuto per le cure del caso. Anche alcuni passanti, spaventati dagli spari, si sono nascosti tra le auto in sosta all'esterno del bar. Due gli spari avvertiti, entrambi verso la vittima dell'agguato: dal vicino commissariato locale guidato dal vicequestore Antonio Galante sono subito arrivate alcune volanti, ma il killer era già sparito. Si indaga a tutto campo per capire se si tratti di una possibile "vendetta privata" oppure se dietro questo agguato ci sia dell'altro: nessuna pista al momento è stata esclusa.