I militari della Guardia di Finanza del comando Provinciale di Napoli hanno arrestato un ragazzo di 21 anni – mentre un ragazzo di 19 anni di San Giorgio a Cremano è stato denunciato a piede libero – per traffico internazionale di sostanze stupefacenti. Nel corso delle indagini, condotte nella fattispecie dal I Gruppo Napoli delle Fiamme Gialle, è stato scoperto che i due giovani acquistavano marijuana di alta qualità sui siti specializzati nel cosiddetto deep web, principalmente dalla California, dove la vendita di marijuana a scopi ricreativi e terapeutici è consentita dalla legge, per poi spacciarla nel capoluogo campano. Il 21enne è stato colto in flagrante proprio mentre ritirava il plico con la sostanza stupefacente appena arrivato dagli Stati Uniti.

Contestualmente alle operazioni, nell'abitazione del giovane, a Ponticelli, quartiere della periferia orientale di Napoli, i finanzieri hanno rinvenuto e sequestrato 1,320 chili di marijuana che, se venduti avrebbero fruttato al 21enne e al 19enne circa 15mila euro: il giovane è stato trovato in possesso anche di un bilancino di precisione, di un cellulare e di un computer, ora al vaglio degli inquirenti, che sono alla ricerca di eventuali altri componenti del gruppo. Come si legge in una nota delle Fiamme Gialle: "Con la descritta operazione, la Guardia di Finanza di Napoli è riuscita a
neutralizzare un gruppo di spacciatori ‘2.0' della zona orientale del capoluogo partenopeo, quartiere Ponticelli, stroncando l’illecito traffico, che aveva già raggiunto, in pochi mesi, una dimensione considerevole, grazie al commercio on line".