Alcuni manifestanti hanno bloccato nel pomeriggio di oggi, 10 ottobre, il check in del volo dell'Instanbul della Turkish Airlines, la compagnia di bandiera della Turchia, all'interno dell'aeroporto Capodichino di Napoli. Il blitz è stato messo in atto per manifestare solidarietà al popolo curdo, dopo l'offensiva militare iniziata mercoledì 9 ottobre dalla Turchia contro i curdi siriani nel nordest della Siria. Si tratta di una azione dimostrativa, i manifestanti sono circa una trentina e la situazione è sotto controllo; sul posto è intervenuta la Polizia di Stato. La consigliera Eleonora de Majo ha pubblicato sul proprio profilo Facebook un post con la foto della protesta, accompagnandola con la didascalia "Solidali e complici con la resistenza curda!".

Tra i partecipanti dell'azione dimostrativa, organizzata da comitati, collettivi e attivisti napoletani, anche rappresentanti di Potere al Popolo. "Chiediamo al ministro degli Esteri di Maio fatti concreti – si legge in una nota diffusa dal partito politico – stop all'export di armi; ritiro del contingente di 130 uomini impegnato in Turchia in un'operazione NATO; sto ai fondi dell'Unione Europea a Erdogan; sospensione della cooperazione tra le intelligence; sospensione del programma relativo agli F35; sanzioni diplomatiche per i governanti di Ankara, Erdogan in primis". Potere al Popolo ha annunciato annunciato, per sabato 12 ottobre alle ore 16, un presidio di solidarietà che si terrà a Napoli, a largo Enrico Berlinguer.