immagine da Facebook
in foto: immagine da Facebook

La conoscevano, sapevano quale fosse il suo incarico e avevano studiato anche i suoi movimenti. Non una semplice rapina casuale, ma un piano studiato nei dettagli. Rischio basso, ma bottino altissimo: nella borsa che quella donna aveva con sé c'erano 130mila euro in contanti. Il raid, della durata di una manciata di secondi, è avvenuto nella mattinata di ieri, 14 ottobre, ad Afragola, nei pressi del centro commerciale Il Golfo dei Desideri (ex Mandi), il complesso di negozi di via Santa Maria La Nuova.

La vittima è una donna che lavora per un consorzio di supermercati, che dopo aver ritirato gli incassi di diversi punti vendita stava andando a consegnare il denaro negli uffici della direzione del centro commerciale. L'assalto è scattato nel parcheggio. Lei era da sola, in automobile, ma evidentemente qualcuno l'aveva seguita e sapeva chi fosse e per quale motivo fosse lì. I criminali erano almeno in due, entrambi con volto coperto, anche se verosimilmente c'era qualche complice nelle vicinanze che teneva d'occhio la zona per dare l'allarme e coprire la fuga. L'hanno bloccata con un'altra vettura, l'hanno minacciata e l'hanno costretta a consegnare la borsa. Subito dopo, la fuga. Sono scappati a tavoletta verso gli stradoni che portano all'Asse Mediano.

Le indagini sono affidate ai carabinieri della Compagnia di Casoria e a quelli della stazione di Afragola, che subito dopo la rapina sono intervenuti per le indagini col supporto dei militari del Nucleo Operativo Radiomobile. Sono stati predisposti blocchi stradali e pattugliamenti nell'area alla ricerca dell'automobile dei criminali, probabilmente una vettura rubata da abbandonare dopo il colpo. Al vaglio degli investigatori anche le immagini della videosorveglianza: il punto del parcheggio dove la donna è stata bloccata è infatti coperto dalle telecamere e da quei video potrebbero arrivare informazioni utili.