[Immagine di repertorio]
in foto: [Immagine di repertorio]

Ha imbracciato un fucile ed ha sparato contro la parete esterna, dopo aver tentato inutilmente di entrare al suo interno. L'uomo si è dato poi alla fuga ma è stato poi rintracciato dai carabinieri e tratto in arresto. La vicenda è accaduta ad Afragola, nell'hinterland napoletano, nella serata di venerdì 2 agosto. L'uomo ha preso un fucile, che si è poi scoperto detenesse illegalmente, ed ha raggiunto un'agenzia di viaggi che si trova in Piazza Gianturco tentando di entrare all'interno: non riuscendoci, si è così rivolto contro la facciata esterna, sparando un colpo contro la parete prima di fuggire in automobile.

Le forze dell'ordine hanno però fatto subito scattare una caccia all'uomo, rintracciandolo a San Vitaliano: si tratta di un 32enne di Scisciano, M.C.I., incensurato e titolare di un'agenzia di viaggi. I carabinieri delle stazioni di Afragola e di San Vitaliano lo hanno rintracciato a casa, dove dalle perquisizioni effettuate hanno ritrovato anche il fucile utilizzato, scoprendo che fosse di proprietà della nonna, deceduta, e che dunque possedeva illegalmente, assieme ad alcune cartucce. L'uomo è stato portato ai domiciliari, a disposizione dell'autorità giudiziaria: deve infatti rispondere dei reati di detenzione e porto illegale di arma, reati per i quali è stato arrestato dai militari dell'arma nella notte. Ancora sconosciute le motivazioni che possano aver portato il 32enne ad aprire il fuoco contro l'esterno dell'agenzia viaggi, così come quali fossero le sue intenzioni qualora fosse riuscito ad entrare, armato di fucile, al suo interno.