Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Ha aggredito un uomo brandendo un machete e ha cercato di colpirlo proprio davanti agli occhi dei poliziotti, che erano sul posto dopo una chiamata per un incendio e hanno dovuto faticare per disarmarlo e bloccarlo. Un uomo di 38 anni, cittadino algerino irregolare in Italia, è stato arrestato a Giugliano (Napoli) con l'accusa di tentato omicidio, estorsione e danneggiamento.

Giugliano, aggredisce un uomo con il machete davanti alla polizia: arrestato

L'episodio è accaduto sabato pomeriggio. I poliziotti del commissariato di Giugliano-Villaricca sono intervenuti in un terreno agricolo, in località Santa Maria a Cubito, dopo che era stato segnalato un incendio. Mentre i vigili del fuoco stavano domando le fiamme, il trentenne si è avvicinato impugnando un machete di oltre 30 cm e si è scagliato contro il proprietario del terreno, cercando di colpirlo alla testa.

In manette un 38enne algerino, è accusato anche di estorsione

Gli agenti hanno bloccato e disarmato l'aggressore, quindi hanno sequestrato l'arma. Gli agenti hanno voluto vederci chiaro e hanno indagato sull'accaduto. Dalla testimonianza della vittima è emerso che, nei giorni scorsi, l'aggressore lo aveva già minacciato e aveva avanzato richieste estorsive.  Il 38enne algerino è stato quindi arresto per tentato  omicidio, estorsione, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento.