[Immagine di repertorio]
in foto: [Immagine di repertorio]

Pensava che sarebbe stata una rapina facile, ma non aveva considerato che qualcuno sarebbe potuto intervenire e che le cose si sarebbero messe male. Decisamente male. Si è conclusa con un naso rotto e le manette ai polsi la serata di un giovane rapinatore di Aversa, picchiato selvaggiamente da alcuni passanti che lo hanno visto aggredire una donna per portarle via la borsa. Il fatto risale alla notte scorsa, tra il 10 e l'11 giugno, è avvenuto a Carinaro, in provincia di Caserta. L'uomo, G. M., 37 anni, aveva preso di mira una 41enne che stava tornando a casa in bicicletta. L'ha afferrata per il collo, l'ha bloccata e ha preso la borsa che la donna aveva nel cestello davanti alla bici. Ha cominciato a scappare, ma si è trovato subito rincorso.

Dei passanti avevano assistito alla scena e si sono lanciati all'inseguimento. Lo hanno raggiunto poco dopo e a quel punto è cominciato il pestaggio. Il giovane si è ritrovato circondato ed è partita una serie di calci e pugni in faccia, fin quando non è stramazzato al suolo. Intanto, qualcuno aveva chiamato le forze dell'ordine per segnalare la rapina e il criminale in fuga. La piccola folla di picchiatori si è dileguata solo quando, pochi minuti dopo, sono arrivati i carabinieri a sirene spiegate; sono in corso indagini per risalire alla loro identità.

Il 37enne era vistosamente ferito, perdeva sangue dal naso; è stata fatta intervenire una ambulanza del 118 che lo ha trasportato al Pronto Soccorso di Aversa, dove i medici gli hanno diagnosticato una sospetta rottura del setto nasale. Per lui è scattato l'arresto in flagranza per rapina.