La prevenzione non è mai troppa e, per conformarsi agli standard di altri siti archeologici e turistici in Europa e nel mondo, anche gli Scavi di Pompei aumenteranno le misure di sicurezza. A partire da domani, infatti, martedì 2 ottobre, sarà rafforzato il sistema di sicurezza del Parco Archeologico: ai cancelli di ingresso di Piazza Anfiteatro sarà istituito un checkpoint per la rilevazione di eventuali materiali pericolosi. I visitatori saranno scansionati con appositi metal detector dal personale addetto alla sicurezza: da qui, seguendo un percorso prestabilito, i visitatori saranno guidati verso un secondo checkpoint grazie al quale, con appositi macchinari, saranno scansionati anche eventuali bagagli con i quali i turisti arrivano al Parco Archeologico.

Il nuovo sistema di sicurezza degli Scavi prevede anche un ampliamento del servizio di guardaroba, per consentire il deposito di bagagli più ingombranti. Ampliato anche il servizio di biglietteria, con l'istituzione di alcune emettitrici automatiche che consentiranno di velocizzare le code all'ingresso, che potrebbero risentire del nuovo iter dei controlli di sicurezza. Dopo un periodo di sperimentazione ai varchi d'accesso principali del Parco Archeologico, il nuovo sistema di sicurezza sarà poi implementato anche agli altri ingressi, quelli di Porta Marina e di Piazza Esedra. Con la nuova procedura di controlli, che si affianca a quelli già esistenti, ovvero la vigilanza delle guardie di sicurezza e la videosorveglianza delle telecamere installate all'interno del percorso archeologico, gli Scavi di Pompei fanno un passo avanti per garantire maggiore sicurezza ai visitatori.