Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Purtroppo non ce l'ha fatta Franco Bottiglieri, il tifoso di 70 anni colpito da un malore mentre assisteva alla partita di calcio tra Agropoli e Brindisi nello stadio della cittadina cilentana, nella provincia di Salerno. Lo scorso 9 giugno, durante la finale dei playoff che dava l'accesso in Serie D, Franco Bottiglieri si trovava nel settore ospiti dello stadio Guariglia di Agropoli: brindisino di nascita ma residente a Torre del Greco, nella provincia di Napoli, seguiva la squadra pugliese ovunque in trasferta. Durante l'intervallo del match, mentre era sugli spalti, il 70enne viene colpito da un malore: alcuni tifosi gli prestano le prime cure, poi arrivano i sanitari, che lo rianimano grazie al defibrillatore e al massaggio cardiaco: il tifoso viene caricato in ambulanza tra gli applausi di tutto lo stadio.

Il 70enne viene trasportato all'ospedale "Maria S.S. Addolorata" di Eboli, dove purtroppo è deceduto ieri, a causa delle sue condizioni di salute disperate. Il sindaco di Brindisi e la squadra di calcio pugliese – che è riuscita ad ottenere la promozione in Serie D – hanno voluto porgere alla famiglia di Franco Bottiglieri il loro cordoglio per la scomparsa del 70enne. Intanto, ad Agropoli, è polemica sull'ospedale civile, che dista pochi minuti dallo stadio Guariglia, ormai quasi del tutto dismesso e fuori dalla rete dell'emergenza, e ci si interroga se la sorte del tifoso sarebbe stata diversa se l'ospedale fosse stato regolarmente in funzione.