foto di repertorio
in foto: foto di repertorio

Allerta meteo con nubifragi anche in provincia di Caserta con danni ingenti alle coltivazioni. I temporali che da ieri flagellano larga parte del territorio casertano, in particolare la pianura campana e l'area Alifana, hanno causato danni alle campagne. Coldiretti riferisce di campi allegati e stalle distrutte. "Tramite gli uffici territoriali dell'organizzazione agricola, allertati dal direttore Giuseppe Miselli, d'intesa con il presidente Manuel Lombardi  si legge in una nota –  è in corso un monitoraggio costante degli effetti della bomba d'acqua sui terreni e sulle strutture aziendali".

Secondo il monitoraggio di Coldiretti L'acqua ha invaso e distrutto le colture orticole in pieno campo, distruggendo le scorte di fieno, paglia ed erba medica destinate all'alimentazione dei capi di bestiame, in particolare bufalini. Poi ci si è messo il vento forte che ha scoperchiato i tetti delle stalle, abbattuto alberi e divelto recinzioni. Colpito anche il comparto tabacchicolo, con infiltrazioni che hanno colpito i depositi dove erano conservate foglie lavorate e pronte alla consegna nelle manifatture. L'area interessata dal fenomeno è quella di Villa Literno, Capua, Pignataro Maggiore, Castel Volturno, Santa Maria la Fossa, Sessa Aurunca e Mondragone. "Nelle prossime ore – annuncia Manuel Lombardi, presidente di Coldiretti Caserta – invieremo un primo dossier dei danni alla Prefettura, alla Provincia e alla Regione. Attendiamo che la pioggia dia una tregua per tracciare una stima, ma siamo sull'ordine delle migliaia di euro. Su una sola azienda zootecnica, presa a campione, abbiamo stimato danni per 40 mila euro".