Era conosciuto negli ambienti criminali come "Maurino o' drogat". Ed è per vicende legate agli stupefacenti che Mauro Marra, pluripregiudicato di 56 anni, è stato arrestato dalla polizia di Stato al termine di un'articolata indagine. L’uomo è destinatario di una condanna definitiva emessa dalla Corte di Appello a 14 anni di reclusione per associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti. Ma alle spalle ha una lunga carriera criminale, iniziata come rapinatore e che negli anni Ottanta compì il "salto di qualità", quando Marra divenne un affiliato della Nuova camorra organizzata di Raffaele Cutolo.

Marra ha numerosi precedenti, anche per omicidio.

Successivamente Marra divenne uno dei principali referenti di Pasquale Scotti, arrestato in Brasile nel 2015 dopo 30 anni di latitanza. Il 59enne ha alle spelle precedenti per associazione per delinquere di stampo camorristico, omicidio, armi, rapina, sequestro di persona, ricettazione, falso, spaccio e traffico di droga. L'indagine per cui è finito in carcere per mano della squadra mobile risale al 2004, quando venti persone furono ritenute responsabili dei reati di produzione e traffico di sostanze stupefacenti e associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti.