Le pistole, il coltello e il pugnale trovati dai carabinieri di Avellino addosso al 50enne di Montoro.
in foto: Le pistole, il coltello e il pugnale trovati dai carabinieri di Avellino addosso al 50enne di Montoro.

Se ne andava in giro pistola in pugno, gettando nel panico i passanti. E con sé aveva anche altre armi, tra cui un pugnale ed un coltello. Alla fine l'uomo è stato fermato dai carabinieri e condotto in caserma, fortunatamente senza altre conseguenze né per lui né per gli altri. La vicenda, che ha dell'incredibile, è accaduta sul corso Vittorio Emanuele di Avellino, la strada più nota del capoluogo irpino, centro dello shopping avellinese e zona pedonale da diverso tempo, rinomata proprio perché meta preferita da turisti e cittadini. Ed infatti, sono state numerose le segnalazioni alle forze dell'ordine che parlavano di un uomo armato di pistola che girava in strada.

L'intervento dei militari dell'arma è stato immediato: l'uomo è stato trovato mentre ancora passeggiava sul Corso Vittorio Emanuele, come se nulla fosse. Non ha opposto resistenza ed è stato così fermato e bloccato in tempi brevi dai carabinieri. Condotto in Caserma, è stato identificato in un uomo di 50 anni residente a Montoro, nell'Avellinese: con sé aveva due pistole, risultate essere giocattoli privi del tappo rosso, ma anche un grosso coltello ed un pugnale. Le due pistole giocattolo erano nascoste in una tasca del giubbotto ed all'interno di una borsa, mentre il coltello era nei calzini con il pugnale occultato nel pantalone. Per lui, dopo le formalità di rito, è scatta la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino per detenzione abusiva di armi e per lui è stata richiesta l'emissione del foglio di via obbligatorio da Avellino.