Ersilio Picariello / foto Fb
in foto: Ersilio Picariello / foto Fb

Lo hanno trovato senza vita nella tarda mattinata di oggi 14 novembre, quando hanno aperto la porta dell'ufficio della Guardia Medica, dove aveva coperto il turno notturno, dalle ore 20 alle 8 del mattino successivo. Si sarebbe sentito male mentre era in servizio e non sarebbe riuscito a chiamare aiuto. Sul corpo, nessun evidente segno di violenza. Sarebbe morto per un malore improvviso Ersilio Picariello, giovanissimo medico di Taurasi, appena 28 anni, in servizio a Villanova del Battista, in provincia di Avellino. Inutili i tentativi di soccorso: il giovane professionista avellinese era già morto quando è stato trovato, intorno alle 11.30 di oggi, 14 novembre, dalla Polizia Municipale. Il turno era finito qualche ora prima, ma dopo la notte nessuno lo aveva sentito e non erano riusciti a rintracciarlo. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della Compagnia di Ariano Irpini per i rilievi e per l'avvio delle indagini. Successivamente è arrivato il medico legale, che nel pomeriggio ha concluso il primo esame.

A quanto si apprende, non sono stati trovati segni di effrazione o elementi che possano far pensare a un'irruzione nello studio o a un'aggressione; sul corpo non ci sarebbero segni di violenza, il che farebbe propendere per l'ipotesi della morte naturale. Sono in corso anche accertamenti sulla storia clinica del giovane medico per capire se soffrisse di patologie che potrebbero causare il decesso. Verosimilmente la salma verrà restituita nelle prossime ore ai familiari per procedere con i funerali.

Ersilio Picariello si era laureato da poco, nell'aprile scorso aveva prestato giuramento con la cerimonia del "Giuramento di Ippocrate". Aveva seguito le orme professionali di entrambi i genitori: la madre è medico di base, il padre, Gerardo Picariello, è primario nell'ospedale di Sant'Angelo dei Lombardi ed è stato candidato sindaco alle ultime elezioni amministrative di Taurasi.

"Anni ed anni sui libri – scrive su Facebook un amico di Ersilio, appreso della sua morte – tensione a mille per ogni esame, poi tesine, tesi, specializzazione… fuori di casa per correre dietro questa e quella lezione, a mangiare di corsa o al limite in una mensa universitaria, ed alla fine, finalmente, si rientra a casa, nelle proprie zone, per morire solo in una guardia medica a 28 anni, se non all'inizio certamente nel fiore di una brillante carriera".

Con una nota la Direzione Strategica dell'Asl di Avellino esprime, il proprio cordoglio per la tragica morte del dottor Ersilio Picariello, medico di Continuità Assistenziale in servizio presso la Guardia Medica di Villanova del Battista:

"Il giovane medico era apprezzato per la sua umanità, il suo impegno e la sua professionalità, nonostante la giovane età – fanno sapere dall'Asl. L'Azienda si associa al dolore dei genitori, del padre Gerardo, anch'egli medico in servizio presso il Presidio Ospedaliero di Sant'Angelo dei Lombardi (Avellino), della madre Olimpia Gaeta, medico di Medicina generale, della famiglia e della comunità di Taurasi".