Migliaia di cittadini, circa 1.500, tra cui tantissimi giovani, ieri sono scesi in piazza a Bacoli dopo le minacce ricevute da Josi Gerardo Della Ragione, 32 anni, sindaco della cittadina dei Campi Flegrei in provincia di Napoli. I cittadini hanno affollato le vie del centro storico: alla testa del corteo un solo striscione e una frase, semplice quanto chiara: "Bacoli non ha paura". Prima dell'insediamento, avvenuto nel giugno di quest'anno, il primo cittadino bacolese aveva ricevuto delle telefonate anonime: "Farai la fine di don Peppe Diana", gli avevano detto all'altro capo del telefono. Il riferimento è al parroco di Casal di Principe, nella provincia di Caserta, simbolo della lotta alla camorra, ucciso proprio dalla criminalità organizzata nella sua chiesa il 19 marzo del 1994. E infatti al corteo, insieme a migliaia di bacolesi, era presente anche Renato Natale, sindaco proprio di Casal di Principe.

Il ringraziamento del sindaco

Josi Della Ragione ci ha tenuto a ringraziare i suoi cittadini. Sulla sua pagina Facebook, il sindaco ha pubblicato una fotografia di una strada del centro della cittadina affollata di persone: "È stato commovente. Un corteo bellissimo. Grazie Bacoli. Grazie a tutti", ha scritto. Il giovane sindaco, dopo le telefonate ricevute, il cui senso è fin troppo chiaro, ha denunciato tutto ai carabinieri: i miliari dell'Arma hanno avviato le indagini; nel frattempo, è stata predisposta una scorta leggera nei confronti del sindaco, con frequenti pattugliamenti davanti alla sua abitazione e davanti alla sede del Comune di Bacoli.